top of page

02

GERMANIA:
Selezionati con maniacale attenzione per formare un gruppo di cui siamo orgogliosi

Bernhard Huber
BERNHARD HUBER
37_1big.jpg

La storia professionale di Bernhard Huber e la vocazione della sua terra sono indissolubilmente legate al Pinot Nero localmente chiamato Spätburgunder. La regione del Baden ha infatti un antico legame con la nobile bacca rossa. Già i monaci cistercensi nel Xlll secolo, intenti nel loro poderoso lavoro di ricerca e microzonazione, colsero in tutta la loro portata la forte analogia pedoclimatica tra la Borgogna e questo tratto di Germania stretto tra l'Alsazia, il Reno e la Foresta Nera. Bernhard, tra i primi, colse l'essenza profonda di queste radici storiche, avviando un lavoro di ri-qualificazione della viticultura locale troppo ancorata nei primi decenni del dopoguerra alle realtà cooperative. Oggi Barbara, moglie del compianto Bernhard, e il figlio Julian producono 5 varietà tra cui spiccano Chardonnay e Pinot Nero che Jancis Robinson ha definito "i migliori di Germania e tra i migliori in assoluto..." oltre che spumanti metodo classico che spiazzerebbero i più esperti e smaliziati bevitori di Champagne. La recente esplosione della domanda da parte della clientela internazionale rende le quantità raramente sufficienti a coprire le richieste  ma vale la pena provare... per credere. Arte liquida.

eva
EVA FRICKE
eva_edited.png

Il percorso professionale di Eva Fricke nasce nel 2006 nel villaggio renano di Eltville con una microproduzione di 600 litri da una parcella di appena 0,25 ettari. Nata a Brema, da una famiglia di medici, dopo una laurea in enologia presso la prestigiosa Scuola di Geisenheim, Eva assimila numerose esperienze internazionali nei vigneti di Francia, Australia, Spagna e Italia. Da quel momento non conosce tregua un percorso di crescita professionale che si sviluppa attraverso la graduale acquisizione di vari lotti nei vigneti renani di Lorch, Eltville, Hattenheim e Kiedrich. Attualmente il patrimonio vitato aziendale comprende circa 17 ettari, estremamente variegati tra loro per esposizione, altitudine e caratteristiche dei suoli: dalle sabbie al loess, dalle argille ai sedimenti alluvionali; quindi marne, ardesia e quarzite. L' obbiettivo principale di Eva è l'interpretazione della specificità delle singole parcelle da realizzarsi avvalendosi dei più intransigenti metodi di allevamento della vite, nonché attraverso un approccio enologico a bassissimo interventismo basato sulla vinificazione esclusivamente in acciaio per preservare al massimo l'espressione primaria e la purezza del frutto. Oggi in Germania Eva Fricke è considerata la nuova stella del Rheingau, che avvalendosi senza compromessi di un approccio sostenibile e naturale è riuscita a conciliare, mutandoli, i sottili equilibri esistenti tra le eccellenze del territorio e della tradizione locale e una visione più ampia e internazionale al netto di molti "eccessi tecnici" tradizionalmente associati ai vini renani, in particolar modo se riferiti al frequente ricorso a generose solfitazioni. I Riesling di Eva sono una vibrante ed elegante danza nei dettagli più affascinanti e intimi di questo terroir: talvolta di struggente salinità, altrove ammantati di un esotismo e di una intensità fruttata che si manifesta senza coazione e con spontanea naturalezza espressiva; comunque sempre distesi e di assoluta precisione stilistica. Fuoriclasse.

bottom of page